sabato 20 dicembre 2014

Recensione "Il Diario del Vampiro - La Lotta" di Lisa Jane Smith

Recensione La lotta di Lisa Jane Smith


Titolo = La lotta
Titolo originale = The struggle
Autore = Lisa Jane Smith
Saga = Il diario del vampiro
Casa editrice = Newton compton editori
Prezzo = 8,90 (edizione contenente i primi 10 romanzi)
Pagine = 124

Trama = Due vampiri fratelli, avvolti nell'ombra di un mistero millenario, si contendono l'amore della giovane Elena. Damon è determinato a fare di lei la regina delle tenebre, ed è pronto anche ad uccidere suo fratello per riuscirci. Stefan è alla ricerca di un potere più grande, che gli consenta di eliminare il suo odiato rivale, ma non ha intenzione di cedere alla sete di sangue umano che lo assale. Elena sa che deve prendere una decisione fatale: deve scegliere tra la fedeltà a Stefan e la tenace attrazione per Damon. Nel buio, dentro di lei, è battaglia tra sentimenti contrastanti. Fuori, infuria una lotta senza esclusione di colpi.


La mia recensione = Avendo già letto e apprezzato il primo romanzo della serie, il risveglio (QUA la recensione), le mie aspettative erano parecchio alte. Quando lo iniziai ero molto elettrizzato di sapere come continuava la storia, visto che ci eravamo lasciati con il rapimento di Stefan da parte di Damon, ma si è rilevato un libro molto noioso.
Diciamo che nel complesso gli avvenimenti accadono, ma sono scritti talmente male e in un modo così noioso che non vedi l'ora che il libro termini.
Ho letto queste 100 e passo pagine in 4 giorni. Sì, avete letto bene, in ben 4 giorni. Diciamo che mediamente leggo in 4 giorni un libro con passante le 400 pagine, ma 100 pagine proprio NO. Ho fatto fatica a finirlo, c'erano momenti in cui la storia si intensificava per andare subito a calare.
Ho letto molte recensioni positive su questo romanzo, ma altrettanto negative, e la mia fa sicuramente parte di quest'ultima.

Come ho già menzionato sopra, avevamo lasciato il risveglio con Elena alla ricerca di Stefan che è sparito dalla città per via del crudele fratello, Damon.
Elena: in questo romanzo comincia a maturare e a non essere irritante quanto nel primo libro. Cerca di concentrarsi sulle cose realmente importanti, e non sulla sua popolarità, e questa cosa mi è alquanto piaciuta.
Stefan: il ragazzo buono che farebbe di tutto per Elena, anche a costo di morire. Rimane lo stesso di prima e anche forse un po' noioso come personaggio.
Damon: il crudele fratello con intenzioni maligne: cercare di far entrare Elena nel mondo delle tenebre impossessandosi di lei. Quindi cominciano ad affiorare dei sentimenti da parte di Damon nei confronti di Elena, ma cerca di non manifestarli comportandosi da meschino. Oltre a questa sua intenzione vorrebbe inoltre privare Stefan dalla sua felicità con Elena.

Non mi è piaciuto, manca di contenuto e di stile, quindi io do 2 stelle e non di più.


IL MIO VOTO :
                                                                        2 stelle su 5